C.A.M. (Crediti Ambientali Minimi)

Abilitazione ISO/IEC 17024 15

I criteri rientrano nel Piano d’azione per la sostenibilità ambientale dei consumi della pubblica amministrazione, denominato PAN-GPP e redatto dal Ministero dell’Ambiente, per contribuire in modo sostanziale al raggiungimento dell’obiettivo nazionale di risparmio energetico di cui all’art.3 del Decreto legislativo 4 luglio 2014, n. 102.

Le stazioni appaltanti che vogliono qualificare come “verde” la propria gara d’appalto, ai sensi del PAN-GPP, devono recepire le indicazioni contenute nel Decreto CAM del 21 gennaio 2016 in particolare nelle sezioni specifiche tecniche, nelle clausole contrattuali/condizioni di esecuzione e nella selezione dei candidati.

I criteri si suddividono in criteri ambientali di base (Oggetto dell’appalto, Specifiche tecniche, Condizioni di esecuzione) e premianti. Un appalto può essere definito verde, ai sensi del PAN GPP, solo se include almeno i criteri di base presenti in questo documento. Le stazioni appaltanti sono invitate ad utilizzare anche i criteri premianti quando aggiudicano la gara con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

Tra i criteri premianti si richiede che la proposta sia redatta da un professionista accreditato secondo la norma internazionale ISO/IEC 17024 che si fa garante della sostenibilità dell’intervento.

Bando di concorso per l’appalto della Nuova Tangenziale di Pisa. 2016 con Proiter srl

Bando di concorso per l’appalto del Nuovo Liceo Thiene. 2017 con Luisa FONTANA Atelier architecture & engineering S.r.l.

Nuova Sede del Corpo Forestale Provinciale di L’Aquila. Bando 2017 con Impresa ICEED Srl